Tag Archives: aile souple

Hugues de Turckheim, Responsabile tecnico

Hugues02

Ingegnere specializzato nella ricerca e sviluppo e specificatamente nelle aree dei materiali compositi, della meccanica dei fluidi e della vela da competizione.

Oltre 40 anni di esperienza, inizia la sua carriera con la costruzione del veliero “Vendredi 13” di oltre 40 metri, con lo scopo di circumnavigare il globo. Allenatore e punto di riferimento per la squadra internazionale di competizione TIGA. Detentore di un record di velocità con foiler e membro del comitato tecnico Hydroptère con una lunga esperienza su trimarani, ivi inclusa la configurazione del manometro ORMA di sessanta piedi.

Navigatore esperto con un track record che include la circumnavigazione dell’Adrica.

Ideatore del Pi28 e della Softwing.

http://fr.linkedin.com/pub/hugues-de-turckheim/54/2a6/343

Avantages principaux de l’aile souple SoftWing

Les avantages d’une aile souple sont nombreux et apportent un grand nombre de réponses aux difficultés observées avec des voiles traditionnelles, tout en procurant les avantages de performance constatés avec les voiles/ailes rigides :

sfw_aile_souple 

  • Plus rapide et moins de gîte à toutes les allures
  • Meilleure performance au près Continue reading

L’ala flessibile Softwing testata con successo con venti di 25-30 nodi

Inizio della gara Sabato, 8 maggio 2013 alle 13h.

Le previsioni metereologiche indicano il passaggio di violenti temporali nel pomeriggio. Il cielo è chiaro e non vi sono ancora nubi sopra le cime del Giura. Il vento è molto debole e varia spesso di direzione. In queste condizioni, per il PI28 è difficile sfruttare le proprie potenzialità.

Verso le 16:30 si alza un forte vento di circa 10 nodi da sud ovest… il PI28 si riposiziona in gara planando ad una velocità di oltre 18 nodi verso la cittadina di Rolle. La sincronizzazione tra il timoniere e l’ala flessibile è eccellente ed l’equilibrio in fase di navigazione può essere mantenuto.

Dopo aver superato la boa di Rolle, un vento tempestoso si alza improvvisamente sulla flotta della regata. Diverse testimonianze di navi impegnate in gara, indicano che la velocità del vento varia tra i 25 ei 35 nodi. La grandine accompagna il vento ad intervalli regolari. La violenza del vento si attenua dopo 20 minuti.

Dopo aver guidato la vela di prua, l’equipaggio del PI28 posiziona l’ala flessibile in posizione neutra e stabilizza perfettamente l’imbarcazione. Questa prima esperienza dell’ala flessibile in presenza di venti forti e la testimonianza dell’equipaggio sono estremamente incoraggianti perché, nonostante  i suoi 50m2 di superficie, l’ala flessibile è stata perfettamente controllata.

Purtroppo , dopo 15 minuti , i legami che collega la vela si sono slacciati e la barca è diventata instabile capovolgendosi. L’equipaggio poi ammainato l’ala flessibile ed è stato rimorchiato al porto Choiseul.

La riparazione è stata effettuata e la barca è pronta per il Bol d’ Or il prossimo fine settimana.

L’ala flessibile è stata testata con venti tra i 25 e può essere più di 30 nodi senza danni strutturali, permettendo peraltro all’equipaggio di manovrare durante il passaggio della tempesta.

Sollevamento e Sudden un’ala flessibile, è così semplice!

Manovrare un’ala Softwing è semplice come manovrare una vela convenzionale. Una drizza, un vang ed il gioco è fatto: sollevare ed ammainare un’ala flessibile Softwing non presenta alcuna difficoltà. Allo stesso modo, è perfettamente possibile procedere con la vela parzialmente issata: un equipaggiamento Softwing è in corso di installazione sul trimarano T29 – e sarà in la navigazione nel mese di ottobre 2014.


Inoltre, la potenziale automazione delle manovre di issaggio ed ammainamento di Softwing, ed il fatto che il sistema non richiede alcun sartiame (rinforzo, etc- ) permette di considerare nuove prospettive nell’ambito del trasporto marittimo . Per maggiori informazioni: http://www.soft-wing.ch/category/applications-softwing/transport-maritime/